it

Industrial design: metodo

” I nostri progetti sono il risultato della contaminazione di diversi linguaggi „

Come nasce un progetto di industrial design?

Tutto parte dalla richiesta del cliente, nel momento in cui viene rilevato per il mercato di riferimento l’esigenza di sviluppare uno specifico prodotto per incrementare il proprio business o per cogliere nuove opportunità: proprio questo è il product design.

Offriamo un’ industrial design consultancy accurata e sviluppiamo i nostri progetti affidandoci ad un metodo affinato nel tempo, molto dettagliato nei suoi diversi passaggi e facilmente adattabile ai diversi ambiti merceologici di intervento che spesso richiedono diverse competenze di disegno o di sviluppo tecnico.

 

I PASSI DELL’INDUSTRIAL DESIGN


 

BRIEF

Il brief rappresenta il punto iniziale di condivisione tra l’azienda e il team di designers di un insieme di importanti informazioni, la cui chiara e semplice esposizione diventa l’incipit del processo creativo.

 

 

 

 

 

MOOD PANELS

Le moodboard sono alla base dell’industrial design e aiutano a comunicare in modo efficace al cliente lo scenario e l’idea di base per lo sviluppo del prodotto, nonché ci permettono di avere una visione d’insieme chiara e stimolante della ricerca effettuata da cui partire per la definizione di un concept da cui sviluppare il lavoro.

In questa fase si incrociano rigorosi studi di mercato (individuazione dei trend di settore, analisi del potenziale consumatore, ricerca delle tecnologie) con ricerche di carattere tecnologico legate al mondo dei materiali e dei processi produttivi, al fine di ottimizzare ogni fase del progetto di product design e di massimizzare il potenziale dato dalla user experience.

Attraverso un brainstorming di gruppo, si raccolgono idee, immagini e parole ed entra in gioco l’intuizione creativa con lo sketch funzionale. I primi disegni sono il mezzo per esprimere l’idea in modo immediato e dinamico, come traduzione visiva di concetti e dati: la base dell’industrial design.

 

SKETCHES

Dopo un brainstorming di gruppo, si raccolgono idee, immagini e parole ed entra in gioco l’intuizione creativa con lo sketch funzionale. I primi disegni sono il mezzo per esprimere l’idea in modo immediato e dinamico, come traduzione visiva di concetti e dati.

 

 

 

 

PROGETTAZIONE 2D E 3D

Una fase molto importante in quanto si devono considerare i limiti tecnologici legati allo sviluppo del prodotto, alla scelta del materiale e al processo di produzione che si ipotizza verrà utilizzato.

Con lo sviluppo della cosmesi grafica viene infine sottolineata l’identità del prodotto nel rispetto della brand identity aziendale, in cui il cliente rivede i propri valori e che riesce a creare un legame emozionale con il consumatore.

 

 

 

PROTOTIPIZZAZIONE

Fase necessaria per visualizzare il prodotto. Qui il design del prodotto prende forma concreta e diventa importante per evidenziare qualsiasi criticità e risolverla prima dell’industrializzazione.

 

 

 

 

 

PRE ENGINEERING

Rapporto di co-engeneering, continuo scambio di know how verso un obiettivo comune, raggiungere l’obiettivo di prodotto e non perdere le emozioni del progetto per farsi promotori di una nuova storia da raccontare.